alt

Le dimensioni inusitate, le decorazioni eccessive, la funzione dell’edificio e la sua laboriosa costruzione non indenne da sospetti di corruzione (che portarono nel 1912 ad una inchiesta parlamentare)furono all’origine del soprannome popolare Palazzaccio che tuttora lo accompagna.

Descrizione

L’edificio, ispirato all’architettura tardorinascimentale e barocca, di grandi dimensioni (metri 170 x 155) è completamente rivestito di travertino. É sormontato, nel lato rivolto verso il Tevere, da una grande quadriga in bronzo, opera dello scultore palermitano Ettore Ximenes. Grandi statue di giureconsulti ornano le rampe di accesso che precedono la facciata principale e il cortile interno. La parte superiore della facciata posteriore, lato piazza Cavour, è arricchita da uno stemma in bronzo di Casa Savoia.

Lascia un commento