alt

altLa Madonnina

è una statua di Giuseppe Perego in rame  dorato, raffigurante la Madonna Assunta e posta sulla guglia maggiore del duomo di Milano. Dal momento della sua posa, avvenuta nel 1774  è diventata il simbolo della città, al di là del fatto religioso. Frasi come all’ombra della Madonnina indicano per antonomasia  la città di Milano.

 La guglia maggiore

Nel XVIII secolo il duomo era ancora quasi privo di guglie e in continuo stato di lavorazioni riprese, interrotte e mai completate. L’arcivescovo Giuseppe Pozzobonelli decise di fare innalzare la guglia maggiore. L’opera, che era teoricamente in discussione da molti anni, venne progettata (1765) e poi realizzata (1769) dall’architetto Francesco Croce e raggiunse la vertiginosa altezza di 108,50 metri.

Sulla cima della guglia, secondo un piano che risale probabilmente alle origini stesse del Duomo, venne posta una statua dell’Assunta (alta 4,16 metri) con lo sguardo e le braccia tese verso il cielo ad implorare la benedizione di Dio verso la città. La statua venne realizzata dallo scultore Giuseppe Perego e dall’orafo Giuseppe Bini e fu inaugurata il 30 dicembre 1774.

L’altezza

La tradizione vuole che nessun edificio in Milano possa essere più alto della Madonnina.

Una legge prima non scritta, poi resa ufficiale negli anni trenta, lo impedì per la Torre Branca del Parco Sempione (108 metri) di Giò Ponti e per la Torre Velasca (106 m). In tutti i casi il progetto si fermò prima dei fatidici 108,5 m per rispetto della Madonnina.

Foto di Ulrich Mayring

Sentimenti religiosi celano principalmente problemi strutturali: pochi metri sotto la superficie della città c’è una falda freatica. Questa esercita una forte pressione sugli strati rocciosi del sottosuolo. L’aumento della popolazione nell’ultimo secolo e il conseguente aumento del prelievo dell’acqua ha abbassato la linea della falda, accrescendo pericolosamente la fragilità del sottosuolo. Quindi, una costruzione più alta (e quindi più pesante) del Duomo potrebbe non essere sopportata dal terreno e rovinare su sé stessa.

Il Pirellone, così i milanesi chiamano il grattacielo della Pirelli, dove attualmente ha sede la Regione Lombardia, è più alto della Madonnina: misura 127 m. Sul suo tetto il sentimento religioso ha fatto costruire un’altra Madonnina in oro, copia della sorella che sovrasta i marmi di Candoglia. In tal modo il vecchio detto è ancora attuale.

Nel 2010 è stata posta una copia anche sulla sommità della Nuova Sede della Regione Lombardia (a 161 metri d’altezza) e successivamente entro il 2015 ne verrà probabilmente posta una anche sull’edificio chiamato Dritto all’interno del complesso City Life.

Lascia un commento