{joomad pos=left rssid=2} {joomad pos=top rssid=2} {joomad pos=right rssid=2}
Il Teatro Regio di Torino è il teatro lirico della Città di Torino. Costruito nel 1740, è stato distrutto da un incendio nel 1936 e ricostruito nel 1973.

Le origini del Teatro risalgono allinizio del XVIII secolo quando Vittorio Amedeo II decise di commissionare allarchitetto Filippo Juvarra la progettazione e la costruzione di un nuovo grande teatro nellambito del più generale riassetto urbano della Piazza Castello.

Lintento venne però perfezionato solo qualche anno più tardi da Carlo Emanuele III (incoronato re nel 1730) il quale, in seguito alla morte di Juvarra, scelse di affidare il progetto allarchitetto Benedetto Alfieri con la richiesta di progettare un teatro di grande prestigio. Il «Regio Teatro» di Torino, edificato nel tempo record di due anni, venne inaugurato il 26 dicembre 1740 con lArsace di Francesco Feo, diventando subito un punto di riferimento internazionale per la capienza  circa 2.500 posti tra platea e cinque ordini di palchetti , le magnifiche decorazioni della sala fra le quali spiccava la volta dipinta da Sebastiano Galeotti, gli imponenti scenari e le attrezzature tecniche, nonché la qualità delle rappresentazioni. Ogni stagione aveva inizio il 26 dicembre, si concludeva con la fine del Carnevale e comprendeva due nuove opere serie composte appositamente per il Teatro: nel corso del XVIII secolo scrissero per il Regio celebri compositori italiani come Baldassare Galuppi, Niccolò Jommelli, Domenico Cimarosa, Giovanni Paisiello e autori stranieri come Christoph Willibald Gluck, Johann Christian Bach e Johann Adolf Hasse; vi cantarono inoltre i più celebri castrati e prime donne dellepoca, contribuendo in modo determinante al successo degli spettacoli. Non minore interesse suscitavano i danzatori, che si esibivano nei due balli entracte e nellazione coreografica finale che corredavano ogni opera.

{joomad pos=bottom rssid=2}

Lascia un commento