Stefania Sandrelli racconta la storia di una donna che sfidò l’arte di stato, ma i risultati sono più prosaici che poetici
* * 1/2 - - (mymonetro: 2,50)

Regia di Stefania Sandrelli. Con Amanda Sandrelli, Alessio Boni, Alessandro Haber, Paola Tiziana Cruciani, Blas Roca-Rey, Naomi Marzullo, Nicholas Marzullo, Sara Bertelà, Stefano Molinari, Antonella Attili, Paolo De Vita, Mattia Sbragia, Roberto Herlitzka, Ted Rusoff.
Genere Drammatico – Italia, 2009. Durata 92 minuti circa.

Pochi conoscono il nome di Cristina da Pizzano. Eppure Cristina è stata una figura esemplare nella storia della letteratura. Italiana, vissuta in Francia nel momento del passaggio dalla notte del Medioevo all’alba dell’Umanesimo, fu la prima donna a vivere soltanto grazie alla propria penna, cioè scrivendo e pubblicando opere poetiche. Poeti si nasce o si diventa? Nel caso di Cristina fu precisamente una conquista. Precipitata da un’agiata condizione nella miseria più nera, con due figli piccoli, nell’imperversare delle lotte tra Armagnacchi e Borgognoni, Cristina ha un solo imperativo: sopravvivere. Ci riuscirà grazie alla scoperta di un dono che portava dentro di sé senza saperlo: il talento poetico. Quella di Cristina è una poesia che parla dell’anima semplice delle cose, vicina ai deboli e alle donne, in contrapposizione con la cultura del tempo esclusivamente maschile. Peripezie, battaglie intellettuali, palpiti sentimentali, gli elementi e i momenti della sua narrazione che, edificata su basi drammatiche, ha tuttavia i toni della commedia.

A Roma:
Cinema Madison (16:20 – 18:30 – 20:50 – 22:50)
Cinema Fiamma Multisala (16:15 – 18:20 – 20:25 – 22:30)
Cinema Ambassade (16:00 – 18:10 – 20:20 – 22:30)
Cinema Metropolitan Multisala (16:15 – 18:20 – 20:25 – 22:30)

Lascia un commento